La partita in programma sabato 3 ottobre tra Genova e Torino è ad alto rischio dopo che il coronavirus positivo di 14 soci (10 giocatori e 4 dello staff) è stato confermato dal club Rossoblù. Nonostante l’ultima procedura sanitaria, la teoria che vedrà il rinvio della partita di Marassi prendere forma non ha chiare previsioni al riguardo. Come descrive Repubblica, FIFA e Uefa lasciano l’indipendenza ai singoli campionati.

Il campionato di Serie A non parlava da solo ieri, ma è facile intuire che la questione sarà di grande attualità oggi.

 

Le Parole del CAIRO-More tamponi saranno creati dal club rosso-blu da oggi, ma il Genoa potrebbe chiedere un rinvio a condizione che il numero di giocatori che non saranno disponibili. Il problema con Covid potrebbe essere la variabile principale del campionato, con la quale si deve fare i conti senza vaccino. Proprio su questo punto il Presidente Cairo è intervenuto la settimana scorsa a margine della presentazione del Festival dello Sport: ci devono essere delle linee guida precise, in base a quanti sono i positivi di una squadra, bisogna stabilire quali partite si devono o non si possono giocare, altrimenti si rischia di essere al capriccio di questo incredibile caso.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY